Giardino dei Giusti di Milano

The Garden of the Righteous of Milan has been inaugurated on 24 January 2003. This is a space dedicated to the Righteous worldwide in the wide green area of Monte Stella hill. Every year, on the occasion of the European Day of the Righteous, we plant new trees in this Garden to honour the man and women who have helped the victims of the persecutions, defended human rights wherever they were trampled on, safeguarded the dignity of the Human Being against all kinds of annihilation of his/her free and conscious identity, born witness to the truth against the repeated attempts to deny the perpetrated crimes.

To each of these exemplary figures we dedicate a wild cherry, which is planted during a ceremony in the presence of the Righteous themselves or of their relatives, and a granite memorial stone placed in the meadow below. The first trees have been dedicated to the great inspirers of the first Gardens of the Righteous in the world, in Jerusalem, Yerevan and Sarajevo: Moshe Bejski for the Righteous in the Holocaust, Pietro Kuciukian in honour of the Righteous for the Armenians, Svetlana Broz for the Righteous against ethnic cleansing.

Since 13 November 2008 the Garden has been run by the Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano, which was founded by Milan City Hall, the Union of the Italian Jewish Communities and the Gardens of the Righteous Worldwide Committee-Gariwo.

The Garden was created upon suggestion of Gabriele Nissim, Chairman of the Gardens of the Righteous Worldwide Committee, to dedicate a symbolic place of the town to the memory of the exemplary figures who morally resisted totalitarianism and genocide from all over the world.


Il 24 gennaio 2003, grazie alla proposta di Gabriele Nissim, Presidente di Gariwo, la foresta dei Giusti, di riservare un luogo simbolico della città alla memoria delle figure esemplari di resistenza morale di ogni parte della Terra, è stato inaugurato a Milano il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, nella grande area verde del Monte Stella. Nel Giardino vengono onorati gli uomini e le donne che hanno aiutato le vittime delle persecuzioni, difeso i diritti umani ovunque fossero calpestati, salvaguardato la dignità dell’Uomo contro ogni forma di annientamento della sua identità libera e consapevole, testimoniato a favore della verità contro i reiterati tentativi di negare i crimini perpetrati.

A ciascuno di loro è dedicato un ciliegio selvatico, messo a dimora durante una cerimonia, in sua presenza o con la partecipazione dei suoi familiari, con un cippo in granito deposto nel prato sottostante. I primi alberi sono stati dedicati agli animatori dei primi Giardini dei Giusti proposti nel mondo, a Gerusalemme, Yerevan e Sarajevo: Moshe Bejski per i Giusti della Shoah, Pietro Kuciukian in onore dei Giusti per gli armeni, Svetlana Broz per i Giusti contro la pulizia etnica.

Dal 13 novembre 2008 la gestione del Giardino è affidata all'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano, fondata dal Comune di Milano, dall'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e da Gariwo. Presieduta dal Sindaco di Milano in carica, l'Associazione organizza ogni anno la cerimonia al giardino per onorare i Giusti in occasione del 6 marzo, Giornata europea dei Giusti, e coordina le attività didattiche, divulgative e culturali che ruotano intorno al Giardino.

Other venues



Exhibitions and events

We don't have anything to show you here.


Educational programs

We don't have anything to show you here.


Collections

We don't have anything to show you here.


Suggested Content